Supplenze ATA 2017/18, le decisioni del Miur

Personale ATA, come presentare domanda su Istanze online fino al 26 aprile

Urgono risposte per la questione Personale ATA in merito al tema supplenze ATA nella scuola. Spinge per una soluzione il sindacato FLC CGIL: “Ci attendiamo ora che questi impegni vengano onorati dall’amministrazione, rimanendo pronti ad ogni iniziativa che si rendesse necessaria ad assicurare la qualità del servizio, oggi fortemente intaccata dalla politica dei tagli, e la tutela dei diritti del personale. Cosi come ci attendiamo che sui temi più generali del rinnovo del contratto di lavoro la finanziaria 2018 stanzi le risorse necessarie per dare il giusto riconoscimento a docenti, dirigenti, educatori, ATA, tecnici-amministrativi e ricercatori, impegnati ogni giorno a far funzionare le strutture che operano per il bene della collettività. Investire, infatti, sui settori della conoscenza significa aprire le porte ad un futuro di crescita economica e democratica”.

Nota Miur supplenze ATA 2017/18

Dopo l’incontro con i sindacati, il Miur ha emanato una nota di chiarimento sulle supplenze ata 2017/18:

Come noto con DM 640 del 30 agosto u.s. è indetta la procedura di aggiornamento della terza fascia delle graduatorie di istituto del personale ATA. Con riferimento ai numerosi quesiti che stanno pervenendo con riguardo alle supplenze da conferire al personale A.T.A. dalla terza fascia delle graduatorie di istituto, si rappresenta quanto segue. L’art. 1, comma 2, del summenzionato D.M. 640 prevede che le nuove graduatorie di terza fascia sostituiscano “integralmente quelle vigenti nel triennio scolastico precedente” ed abbiano “validità per il triennio scolastico 2017/18, 2018/19 e 2019/20 ai sensi dell’art. 5 comma 6 del Regolamento supplenze ATA“. Si è dell’avviso, pertanto, che analogamente a quanto avvenuto in occasione dell’aggiornamento delle graduatorie per il triennio scolastico 2014/16, nelle more dell’aggiornamento delle graduatorie d’istituto, potranno essere conferite supplenze fino a nomina dell’avente titolo ai sensi dell’art. 40 della legge 449/97. Si ritiene, infine, possibile per i destinatari delle suddette supplenze di avvalersi comunque dell’art.59 del CCNL scuola, avviso peraltro comunicato al Mef attraverso specifica nota. Trattandosi di supplenze fino all’avente titolo, nelle more delle costituzione delle nuove graduatorie, analoga formula verrà adottata anche per i contratti a tempo determinato stipulati con i supplenti per la copertura dei posti lasciati temporaneamente vacanti dal personale di ruolo titolare di articolo 59.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.