Bando Personale Ata 2017 della scuola: requisiti, titoli e procedura per essere assunti

Personale ATA, come presentare domanda su Istanze online fino al 26 aprile

Come si diventa personale ATA della scuola? L’attesa per il prossimo bando che consentirà l’assunzione di molte figure professionali cresce, e allora vale la pena fare luce su quali sono requisiti e procedure, spesso non molto chiari. E’ possibile diventare Personale ATA nelle scuole di ogni ordine e grado, l’importante è sapere come fare.

Un buon punto di partenza è distinguere i diversi profili disponibili all’interno del Personale Ata della scuola:

Area A:

  • Collaboratore scolastico o bidello (CS): in tutte le scuole
  • Area As: Collaboratore scolastico addetto all’azienda agraria (CR), solo negli istituti agrari

Area B:

  • Assistente Amministrativo (AA): in tutte le scuole
  • Assistente Tecnico (AT): solo nelle scuole secondarie di II grado
  • Cuoco (CU): solo nei convitti/educandati
  • Infermiere (IF): solo nei convitti/educandati
  • Guardarobiere (GU): solo nei convitti/educandati

Area D:

Direttore dei servizi generali ed amministrativi (DSGA): in tutte le scuole

Requisiti per diventare Personale ATA della Scuola

Se si vuole diventare Personale ATA della scuola, è necessario avere uno dei titoli di studio richiesti. Essi cambiano a seconda dei vari profili. E’ richiesto il diploma di qualifica triennale o la laurea (vecchio ordinamento ovvero specialistica/magistrale). In alcuni casi sono prevste delle deroghe per coloro i quali sono inclusi in precedenti graduatorie o hanno svolto servizio per almeno 30 giorni in un determinato profilo.

Come si diventa Personale ATA della scuola

Come detto il primo passo è essere in possesso del titolo di studio richiesto per il profilo di ATA scelto. Successivamente, è possibile richiedere l’inclusione nelle graduatorie d’istituto di III fascia (eccezione fatta per i DSGA), che vengono utilizzate dalle scuole per l’assunzione dei supplenti in sostituzione del personale assente.

L’aggiornamento della graduatoria avviene ogni triennio. Invece per quel che riguarda le assunzioni a tempo indeterminato (eccezione fatta per i DSGA), si attinge dalle graduatorie permanenti che invece vengono aggiornate di anno in anno. In esse, vengono inclusi coloro i quali hanno già maturato almeno 24 mesi di servizio come ATA nella scuola statale.

Discorso diverso invece per i DSGA per i quali sono in vigore particolari regole per le assunzioni a tempo determinato. La sostituzione temporanea per assenze avviene nella maggior parte dei casi con un incarico ad un assistente amministrativo in servizio nella scuola. Le assunzioni a tempo indeterminato avvengono dalle graduatorie dei concorsi ordinari. Come detto al momento c’è grande attesa per la pubblicazione del bando di concorso per diventare Personale Ata della scuola, bando che manca ormai da molti anni.







 

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.