Immissioni in ruolo II e III fascia per 60 mila docenti entro il 2020

Le immissioni in ruolo per II e III fascia di istituto dovrebbero portare nei prossimi anni alla stabilizzazione di circa 60 mila docenti. E’ parte della nuova fase transitoria della Buona Scuola che traghetterà il mondo dell’istruzione al nuovo sistema di reclutamento fatto di concorsi scuola semplificati.







Un metodo che secondo i detrattori (Emiliano in primis) non risolverebbe il problema delle cattedre vacanti al Nord e dei tanti precari al Sud. E che, per come è strutturato, non premierebbe il merito lasciando ancora con il cerino in mano i giovani. La fase transitoria, nelle intenzioni del Governo, durerà circa 4 anni. I docenti delle GI entreranno in una graduatoria regionale a seguito di una prova concorsuale per titoli, servizio e colloquio.

La VII Commissione cultura al Governo ha studiato un piano che dovrebbe consentire al 100% dei posti di accedere al ruolo per gli iscritti alla graduatoria regionale negli anni 2018/2019 e 2019/2020. Un numero che diminuirà gradualmente negli anni a seguire in modo da svuotare completamente e in maniera progressiva la graduatoria.

Un meccanismo che dovrebbe consentire la stabilizzazione di circa 60 mila cattedre riservate ai docenti abilitati.







Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.