Bonus da 500 euro: come utilizzarlo

bonus 500 euro



All’interno della Buona Scuola promossa dal Governo Renzi, è presente il bonus da 500 euro per l’auto formazione di tutto il personale docente. Ma che significa? Quali sono le modalità d’utilizzo più specificatamente?

Il bonus da 500 euro inviato dal Miur può essere speso dai docenti in questo modo:
– con l’acquisto di libri di testo o di riviste o di altre pubblicazioni utili per la formazione

– con l’acquisto di sistemi informatici come hardware e software

– attraverso l’iscrizione a corsi di formazione o master per aggiornamenti o specializzazioni professionali. I corsi in questo caso devono essere accreditati dal Miur

– con l’acquisto di biglietti per eventi culturali come rappresentazioni teatrali oppure cinematografici

– con l’acquisto di biglietti per l’ingresso nei musei. Per la visione quindi di mostre ed eventi di tipo culturale o spettacoli dal vivo




– iniziative coerenti con le proprie attività di docenti focalizzate all’interno del piano dell’offerta formativa delle scuole e del Piano nazionale di formazione di cui all’art. 1 comma 124 della legge n. 107 del 2015

Leggi la nostra guida se non hai già usufruito del Bonus di 500 euro tramite Spid

Il bonus dei 500 euro viene accreditato – spiega il Miur – con il cedolino unico.

Tutti i docenti quindi che avranno usufruito dei 500 euro di bonus inviati dal Ministero dell’Istruzione, dovranno poi entro il 31 agosto 2016 presentare alla propria scuola una rendicontazione dell’utilizzo di questa cifra.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.