Palermo: Comune assume maestre, dirigenti e giornalisti

A Palermo il Comune assume dirigenti, giornalisti e maestre varando un provvedimento mirato a mettere fine al precariato: infatti verranno stabilizzati pure i 600 di Palermo lavora. Bisognerà attendere però il 2018 dal momento che manca il bilancio consolidato.

Gazzetta ufficiale concorsi







La giunta comunale vara il piano delle assunzioni e chiude il cerchio del precariato, dando via libera alla stabilizzazione di tutti i precari, compresi i circa 600 del bacino di Palermo Lavora. I contratti a tempo indeterminato partiranno dal 1° gennaio 2018. Non è infatti possibile farlo prima dal momento che il Comune non ha ancora predisposto il bilancio consolidato, quelle che tiene conto anche delle società partecipate, e fino a quando non lo approverà, non potrà assumere nessuno. Lo dice la legge.

L’Inps assume 1000 laureati con laurea magistrale: concorso entro un mese

Molti ruoli saranno coperti con procedure concorsuali, a partire dai 14 dirigenti tecnici del quale il Comune è orfano da mesi.

L’obiettivo è stabilizzare 171 persone, per un costo annuale di 2,3 milioni: tra loro 14 insegnanti di scuola materna e 3 redattori dell’ufficio stampa. Per i precari del bacino Palermo lavora sarà predisposto a breve un nuovo piano che deve portare alla stabilizzazione entro gennaio.

Lavorare a scuola con la Messa a Disposizione

Non solo: il Comune pensa anche ad assunzioni di personale esterno per un costo complessivo annuo di 1,1 milioni: 14 dirigenti a tempo indeterminato, un capo ufficio stampa, 2 redattori a tempo indeterminato, 2 coordinatori giornalisti a tempo indeterminato. E ancora insegnanti supplenti di scuola materna, a tempo determinato, per 1175 giorni di supplenze. L’ammontare complessivo dell’intera operazione è di 3,4 milioni.

Supplenze: in Piemonte servono 3000 docenti

“Portiamo a compimento – dice il sindaco – un lungo iter amministrativo che ha coinvolto diversi uffici e che ha visto anche il coinvolgimento delle organizzazioni sindacali. Manteniamo l’impegno assunto per la stabilizzazione di tanti lavoratori, strumento di serenità e certezza per le famiglie, ed allo stesso tempo avviamo l’assunzione di personale che andrà a colmare dei vuoti e rinforzare servizi importanti per i cittadini”.

Messa a disposizione, questo il momento ideale per candidarsi alle supplenze: ecco dove e come

Concorso 2018 per abilitati: quando la pubblicazione del bando

Modello d3 Istanze online







Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.